venerdì 25 luglio 2014

Come nasce una Fata - cap. 2

In questo nuovo video vedremo come nasce il busto di una Baby Fatina. Spesso non si dà a questa parte del corpo l'importanza che merita e ci si concentra di più sulle altre parti, il viso e gli arti, invece è fondamentale per la buona riuscita di una fata ooak, così come di qualsiasi altro personaggio, perché è l'elemento centrale da cui si sviluppa tutto il resto: la testa attraverso il collo, le braccia con le mani, poi le gambe fino ai piedi... il busto è come il centro di una stella, dalla quale nascono le cinque punte. È quello che custodisce il cuore e che comunica le emozioni a tutto l'essere. Spesso mi capita d'iniziare a modellare partendo direttamente dal busto e modellando la testa solo una volta che questo è finito. Ma non è una regola... l'importante, come sempre, è la sensibilità all'ascolto. E l'osservazione attenta. Il piccolo particolare dell'ombelico, ad esempio, non può diventare solo un foro. Ha il suo modo di essere nello spazio, caratteristico per ognuno, ci ricorda l'arrivo in questo mondo e la separazione con quello dove eravamo prima. Leonardo l'ha messo proprio al centro del cerchio in cui ha racchiuso il suo uomo vitruviano.

Potete vedere il video della nascita del busto di Baby Fatina sul mio canale youtube, più in grande, o se vi è più comodo direttamente qui sul blog, facendo play qui sotto :)


La pasta sintetica utilizzata, come già detto nel post precedente, è il Super Sculpey Living Doll.
Questa scultura è di una fatina neonata, quindi non necessita di armatura, ma alla fine del video inserisco un pezzo di fil di ferro, che costituirà la sua "spina dorsale"e il congiungimento con la testa.

Unire la testa al corpo... Magari fosse così facile anche con quelli in carne e ossa! ;)

4 commenti: